Etg - Vento, la conta dei danni. Distrutta la fontana di Cernobbio

Raffiche anche oltre i 100 chilometri orari. Sono numerosi i danni causati dal vento che ha colpito il territorio dal pomeriggio di ieri fino alla serata e alla notte scorsa. Oltre cento gli interventi effettuati fino a questa mattina dai vigili del fuoco, con altre cinquanta operazioni da portare a termine in giornata. Via per Civiglio è stata chiusa all’intersezione con via per Brunate a causa di un grosso ciliegio di quasi 12 metri sradicato dal vento. Stessa situazione in via Baraggia, chiusa alcune ore per una pianta caduta che non è stato possibile rimuovere nella notte. Il vento ha danneggiato uno dei simboli di Cernobbio. La storica fontana della Riva è stata falciata da una barca, ormeggiata sul lungolago, sollevata dalle forti raffiche. La barca, anch’essa danneggiata dall’impatto, è stata assicurata ai pali sulla piazza per evitare ulteriori problemi. Le prime fotografie sono state scattate dal sindaco Matteo Monti.

Numerose soprattutto le segnalazioni per alberi sradicati dal terreno o rami spezzati che hanno ostruito la carreggiata, tetti scoperchiati, tubature rotte, non soltanto nel capoluogo, ma anche nel Canturino e nell’Erbese. Alcune tegole sono cadute dal tetto della scuola elementare di via Perti, in centro a Como. L’area intorno all’istituto è stata transennata per permettere gli interventi di messa in sicurezza. A Monte Olimpino un grosso ramo è caduto e ha sfondato la rete di contenimento sporgendo pericolosamente sopra la strada. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Rami e alberi a terra anche in viale Cavallotti, con marciapiedi resi impraticabili. Disagi alla stazione di Como San Giovanni dove è stata divelta una copertura provvisoria. In una serata di raccolta differenziata in città, i sacchi sono volati ovunque e i cassonetti sono stati ribaltati. In centro città ieri sera un black out ha lasciato quartieri al buio per circa un’ora. Alcuni impianti semaforici questa mattina non funzionavano correttamente e si è reso necessario l’intervento dei tecnici per il rispristino.

In provincia si è temuto il peggio a Lurago d’Erba in via Roma. Due donne di 33 e 43 anni, mentre erano in auto, sono state colpite da un grosso ramo staccato dall’albero di un giardino vicino. Il 118 ha trasportato le due ferite in codice giallo all’ospedale di Lecco. Non sarebbero in gravi condizioni. Stessa sorte per un 53enne di Erba, che in seguito alla caduta di un albero sulla sua auto ad Albavilla ha riportato un grave trauma alla colonna vertebrale ed è stato ricoverato in Rianimazione al Sant’Anna.

Raffiche anche oltre i 100 chilometri orari. Sono numerosi i danni causati dal vento che ha colpito il territorio dal pomeriggio di ieri fino alla serata e alla notte scorsa. Oltre cento gli interventi effettuati fino a questa mattina dai vigili del fuoco, con altre cinquanta operazioni da portare a termine in giornata. Via per Civiglio è stata chiusa all’intersezione con via per Brunate a causa di un grosso ciliegio di quasi 12 metri sradicato dal vento. Stessa situazione in via Baraggia, chiusa alcune ore per una pianta caduta che non è stato possibile rimuovere nella notte. Il vento ha danneggiato uno dei simboli di Cernobbio. La storica fontana della Riva è stata falciata da una barca, ormeggiata sul lungolago, sollevata dalle forti raffiche. La barca, anch’essa danneggiata dall’impatto, è stata assicurata ai pali sulla piazza per evitare ulteriori problemi. Le prime fotografie sono state scattate dal sindaco Matteo Monti.

Numerose soprattutto le segnalazioni per alberi sradicati dal terreno o rami spezzati che hanno ostruito la carreggiata, tetti scoperchiati, tubature rotte, non soltanto nel capoluogo, ma anche nel Canturino e nell’Erbese. Alcune tegole sono cadute dal tetto della scuola elementare di via Perti, in centro a Como. L’area intorno all’istituto è stata transennata per permettere gli interventi di messa in sicurezza. A Monte Olimpino un grosso ramo è caduto e ha sfondato la rete di contenimento sporgendo pericolosamente sopra la strada. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Rami e alberi a terra anche in viale Cavallotti, con marciapiedi resi impraticabili. Disagi alla stazione di Como San Giovanni dove è stata divelta una copertura provvisoria. In una serata di raccolta differenziata in città, i sacchi sono volati ovunque e i cassonetti sono stati ribaltati. In centro città ieri sera un black out ha lasciato quartieri al buio per circa un’ora. Alcuni impianti semaforici questa mattina non funzionavano correttamente e si è reso necessario l’intervento dei tecnici per il rispristino.

In provincia si è temuto il peggio a Lurago d’Erba in via Roma. Due donne di 33 e 43 anni, mentre erano in auto, sono state colpite da un grosso ramo staccato dall’albero di un giardino vicino. Il 118 ha trasportato le due ferite in codice giallo all’ospedale di Lecco. Non sarebbero in gravi condizioni. Stessa sorte per un 53enne di Erba, che in seguito alla caduta di un albero sulla sua auto ad Albavilla ha riportato un grave trauma alla colonna vertebrale ed è stato ricoverato in Rianimazione al Sant’Anna.

Condividi